Mostre 2018: chi ben comincia…

2018 Psittacus Verde Scuro 49-17Quest’anno ho cominciato da Forlì, che ospita la splendida Psittacus, mostra ornitologica specialistica internazionale dell’Agapornis.

Partecipo con 15 soggetti in 8 categorie, ottenendo 4 primi e 2 terzi posti.

Sono particolarmente contento perché finalmente ho ottenuto dei buoni risultati con i verdi (3° singolo e 1° stamm), e considerando il fatto che tutti i soggetti verdi che ho esposto nello stamm sono portatori di pastello posso anche ben sperare per il miglioramento della mutazione pastello; perché confermo l’ottima qualità del mio ceppo di verde scuro (1° singolo, e purtroppo non ho esposto anche uno stamm perché avevo i soggetti contati e uno di essi si è staccato le remiganti dell’ala sinistra due settimane fa); perché ho esposto dei soggetti malva, che a memoria non ho mai visto esposti (per mia esperienza diretta è una mutazione difficile, come la mutazione oliva, per la delicatezza del piumaggio); perché soprattutto per la prima volta ho esposto dei lutino e ho ottenuto il primo posto, coronamento di qualche anno di tentativi di costruzione di un ceppo lutino (le fregature, le sfortune e le difficoltà non sono mancate).

Le classifiche sono visibili qui.

Questa vittoria è dedicata a mio papà, in particolare il primo posto nei Lutino.

Chi ben comincia è a metà dell’opera. Prossime mostre Bellusco, mostra della mia associazione AOM, e poi il campionato italiano. Il mondiale in Olanda è impegnativo, vedremo…

Sono finite (per noi) le mostre del 2016

IMG_7991.JPG

Con un po’ di ritardo scrivo il racconto delle tre mostre a cui abbiamo partecipato quest’anno, cominciando dalla specialistica di Chivasso, passando per il grande appuntamento di Psittacus a Forlì e concludendo con la mostra di Monza, la nostra associazione.
Quest’anno, oltre a verdi, verde scuro e blu, abbiamo esposto anche parecchi pastello: un singolo blu, un singolo e uno stamm verde e un singolo verde scuro. Proprio i pastello sono stati oggetti di controversie con i giudici, che hanno squalificato spesso due soggetti pastello con le remiganti bianche o molto chiare, definendoli soggetti pastel/ino. PastelIno sicuramente non sono, perché posso garantire che non c’è la mutazione Ino nella nostra linea di Pastello, ma che si tratta semplicemente di soggetti Pastello che mostrano una riduzione della melanina maggiore di quanto ammesso dallo standard. Piacevole anche aver trovato un giudice francese a Psittacus capace di distinguere a occhio dei Blu/Viola da dei Cobalto.
La qualità migliora ogni anno, la strada è sempre e comunque lunga, la voglia non manca ancora, quindi arrivederci all’anno prossimo!

Le tabelle con i risultati sono nella pagina mostre.
Qui le classifiche di Chivasso: 2016-chivasso-classifiche.
Qui le classifiche di Psittacus: 2016-psittacus-classifiche.
Qui invece quelle di Monza: 2016-monza-classifiche.

Anno nuovo, coppie nuove

IMG_4757

Gli appunti e gli strumenti per formare le nuove coppie: fogli, registri, carta, penna e un iPad per calcolare i risultati degli accoppiamenti su gencalc.com

Come ogni anno, tra Natale e l’Epifania arrivano i giorni di studio e programmazione per formare le nuove coppie di riproduttori. Finite la mostre e selezionati i soggetti migliori io e mio papà passiamo più di qualche pomeriggio nella scelta e valutazione dei soggetti con lo scopo di formare le 40 coppie di riproduttori del nostro allevamento.

Da un paio d’anni il lavoro è velocizzato e semplificato da GenCalc.com, il sito creato da Martin Rašek che permette di calcolare la prole generata dall’accoppiamento di due soggetti di qualsiasi mutazione. Se non lo conoscete è ora di scoprirlo, anche se il sito purtroppo non è ancora disponibile in italiano.

Quest’anno proviamo a gettare le basi concrete per lo sviluppo di un nostro ceppo di Personatus Lutino, oltre alle già consolidate mutazioni blu, scuro, viola e pastello.

Pronti per le mostre

Oggi è il primo giorno di autunno, e le mostre si avvicinano. I pappagalli che abbiamo selezionato sono ormai da qualche settimana nelle gabbie da esposizione e si stanno abituando a “presentarsi bene”.

Quest’anno parteciperemo alla mostra ornitologica di Chivasso, che si terrà il 26 e 27 settembre, a Psittacus 2015, che si terrà a Forlì dall’8 all’11 ottobre, e alla mostra della nostra associazione, AOM di Monza, che si terrà dal 15 al 18 ottobre. Non abbiamo ancora deciso se partecipare al campionato italiano, che si svolgerà a Pesaro e non è proprio dietro l’angolo.

In tutte e tre le mostre saremo presenti con dei soggetti in vendita, cercateci alla mostra scambio!

FullSizeRender

Campioni italiani!

Allevamento Cesana Personatus Blu/Viola singolo fattore

Personatus Blu/Viola singolo fattore, femmina, anello 103/2013, punti 93, 1° classificato

Abbiamo ottenuto 3 primi posti, 1 secondo e 2 terzi al 49° Campionato italiano di ornitologia in corso a Cesena. Siamo molto soddisfatti!
Da questo link sono visibili le classifiche ufficiali complete della manifestazione.
Essendo il campionato italiano una mostra non specialistica per gli Psittacidi le categorie a concorso per i Personatus erano molto ristrette. Infatti erano solo 4: Verde, Verde scuro (e oliva), Blu (cobalto e viola) e Altre mutazioni (pastello, lutino, malva ecc.). Abbiamo deciso di onorare la manifestazione e di portare parecchi soggetti, coscienti che alcuni avrebbero gareggiato tra loro, e abbiamo iscritto due singoli Verde, un Verde scuro, un Oliva, un Blu, un Cobalto, un Blu-viola, un Pastello verde e un Pastello blu e uno stamm di Verdi, uno di Verde scuro e uno di Blu. Abbiamo in questo modo iscritto almeno due singoli per categoria (con l’eccezione della categoria Blu, con tre iscritti), e uno stamm per categoria tranne che per le Altre mutazioni. Al massimo avremmo potuto ottenere 7 primi posti. Ne abbiamo ottenuti 3, che non mi sembra male!
Ma, a prescindere da questi calcoli meramente tattici e agonistici, siamo rimasti sorpresi dai risultati, poiché abbiamo vinto con un Blu-Viola singolo fattore e un Cobalto che nelle mostre precedenti di questo anno erano sempre stati giudicati male, mentre non siamo andati bene con i Verde e i Verde scuro (stamm a parte) che durante l’anno avevano ricevuto giudizi positivi.
Questo può dipendere da alcuni motivi:
• giudici diversi, giudizi diversi;
• condizione del singolo pappagallo differente rispetto alle mostre precedenti;
• avversari differenti, e forse migliori, rispetto alle mostre precedenti.
Ciò che ci fa sorridere e ben sperare è il primo posto del Blu-viola: essendo la mutazione viola da pochissimi anni nel nostro allevamento significa che forse stiamo selezionando un buon ceppo. Lo stesso discorso vale per i Pastello, che è una mutazione che stiamo lentamente e faticosamente cercando di migliorare e che comincia a ricevere qualche buon giudizio. Vedremo!

Nella pagina “fotografie” potete vedere alcune foto dei soggetti Blu/Viola singolo fattore, Cobalto, Pastello verde e Pastello Blu che abbiamo portato al campionato italiano.

Vittoria alla mostra di Monza

Come ogni anno abbiamo onorato la mostra della nostra associazione, la AOM di Monza, che pur essendo una mostra molto poco dedicata ai pappagalli non possiamo mancare. Pochissimi soggetti di Personatus, ma pochissimi Agapornis in generale, quindi poca concorrenza e premi quasi scontati. Le classifiche sono scaricabili qui.
Peccato per la squalifica subita dal nostro Personatus Verde scuro, giudicato da Pagliasso “inquinato da fattore viola” (cosa non vera!), che alle due mostre precedenti aveva ottenuto 92 e 91 punti.

Vittoria a Psittacus

IMG_7666

Siamo tornati ieri da Forlì, dove si è conclusa Psittacus, la più grande mostra specialistica sugli Psittacidi in Italia. La mostra si rivela sempre molto interessante, sia per la quantità di Inseparabili esposti, che per la qualità dei soggetti, che per la presenza di molti allevatori con i quali è sempre piacevole stringere la mano.
Abbiamo iscritto meno soggetti rispetto alla mostra di Chivasso, mantenendo le stesse 10 categorie in cui abbiamo raccolto 3 primi, 1 secondo e 2 terzi posti. Qui le classifiche ufficiali.
Come al solito tanti ancestrali e parecchi blu, cobalto e viola. Come al solito, purtroppo, pochissime mutazioni oltre ai sopracitati blu e viola… (solo 4 soggetti verde scuro, 2 oliva, un solo pastello – siamo gli unici ad avere dei Personatus pastello in Italia? – nessun lutino) e in questo l’Italia è ancora lontana dal Belgio e dall’Olanda.
Il giudice olandese che ha giudicato i soggetti ha squalificato il nostro stamm di cobalto (che invece a Chivasso era stato giudicato), perché composto sia da cobalto che da blu/viola – sfumature di giudizio che forse creano confusione su soggetti fenotipicamente identici?